Invia un'email

Chiama subito il 327-7845125 per un preventivo gratuito!

Invia un'email

La potatura degli alberi monumentali e secolari è l’operazione più delicata che un tree climber professionista si trovi ad affrontare. Data l’eccezionalità dell’esemplare, spesso di età, dimensioni e storia non comuni, è richiesto un intervento accurato che miri alla preservazione dell’esemplare, al fine di conservarlo e tramandarlo ai posteri nelle migliori condizioni possibili.

Gli alberi cosiddetti monumentali si trovano frequentemente in contesti in cui hanno avuto la possibilità di svilupparsi senza l’interferenza umana o l’impedimento dovuto ad edifici costruiti nelle immediate vicinanze. Ville di pregio, parchi pubblici e privati, tenute di campagna e palazzi storici sono i luoghi in cui più spesso sono radicati alberi monumentali e secolari. In contesti come questi, caratterizzati da edifici di pregio storico, architettonico ed artistico la cura e la manutenzione degli alberi monumentali e secolari deve far si che il patrimonio arboreo rispecchi il livello qualitativo dell’intera proprietà. In questi casi, per effettuare lavori di potatura accurati è necessario affidarsi ad arboricoltori L'Arboricoluta è l'unica disciplina tecnico-scientifica preposta alla cura e manutenzione del patrimonio arboreo. Si fonda sulla conoscienza della chimica, fisica e biologia degli alberi. professionisti, in possesso di tutte le conoscenze specifiche grazie alle quali è possibile intervenire in maniera mirata e nell’esclusivo interesse dell’albero.

E’ inoltre necessario sottolineare che prima di eseguire qualsiasi intervento ad alberi monumentali, è obbligatorio ricevere il nulla osta dal Corpo Forestale dello Stato, in quanto ente preposto alla tutela e salvaguardia di esemplari di interesse collettivo, così come espresso con la Legge 14 gennaio 2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani“, (GU n.27 del 1-2-2013), entrata in vigore il 16/02/2013.

Olmo monumentale Ferrara

Quando un albero può essere definito monumentale?

Per essere definito monumentale, un albero deve possedere specifiche caratteristiche:

  • Età della pianta considerevole: valutata durante il censimento dell’albero attraverso approfondite analisi condotte con strumentazioni specifiche;
  • Le dimensioni della pianta: altezza e circonferenza rispetto alla specie considerata e al luogo di ubicazione;
  • La forma della chioma e il portamento dell’intera pianta;
  • Il luogo in cui è ubicata;
  • L’importanza storica e culturale: quando la pianta ha uno stretto legame con eventi passati o tradizioni folcloristiche legate al territorio;
  • L’importanza scientifica.

Quali sono le tecniche per la corretta potatura degli alberi monumentali e secolari?

Potare correttamente un albero secolare significa innanzitutto valutare in maniera approfondita le esigenze dell’esemplare. Esistono diverse tecniche con le quali effettuare lavori di potatura mirati alla risoluzione di problemi specifici, ognuna di esse è basata sulla conoscenza delle migliori tecniche di potatura in tree climbing:

  • Potatura del secco: è l’intervento meno invasivo in assoluto, consiste nella rimozione di rami secchi che la pianta avrebbe sostituito naturalmente;
  • Eliminazione di rami “difettosi”: a volte capita che alcuni rami malformati o mal inseriti arrechino danno a rami e branche sani. In questi casi è necessario eliminare le “imperfezioni” per consentire il corretto sviluppo dell’albero.
  • Diradamento della chioma: nel caso di alberi con chiome e altezza imponenti, caratteristiche che contraddistinguono gli alberi monumentali, spesso è necessaria la diminuzione del volume della chioma al fine di minimizzare il rischio di rotture o sbrancamenti causati da forti raffiche di vento o dall’eccessivo peso della neve.
  • Riduzione della chioma: si effettua quando non esistono più le condizioni di sicurezza o stabilità per mantenere l’albero delle dimensioni raggiunte.
  • Manutenzione della chioma: è l’intervento che permette di mantenere la chioma delle dimesioni raggiunte, evitando un’ampliamento dell’apparato fogliare. Sono interventi da effettuare con frequenza regolare a distanza di 2-3 anni.

Potatura degli alberi monumentali: Tree Climbing o piattaforma aerea?

Quando si deve operare su alberi di dimensioni imponenti, come nel caso di alberi monumentali o secolari, è impossibile lavorare utilizzando piattaforme aeree. Queste infatti difficilmente consentono di arrivare alle altezze richieste e soprattutto non permettono di lavorare all’interno della chioma, ma solamente all’esterno di essa. Ciò comporta che non possono essere effettuati gli interventi specifici richiesti per salvaguardare l’esemplare, che, se trascurati, molto probabilmente causeranno l’insorgere di problemi in futuro. Oltre a questi vantaggi, le tecniche di tree climbing consentono anche di:

  • RISPARMIARE SUL NOLEGGIO DELLA PIATTAFORMA AEREA
  • CONSENTE DI OPERARE IN LUOGHI INACCESSIBILI AI CESTELLI
  • GARANTISCE IL MASSIMO LIVELLO DI SICUREZZA POSSIBILE
  • RIDUCE AL MINIMO L’UTILIZZO DI MOTOSEGHE
  • DIMINUISCE L’INQUINAMENTO ACUSTICO
  • EVITARE IL COMPATTAMENTO DEL TERRENO ALLA BASE DELL’ALBERO

Sopralluogo e preventivo gratuiti

Valutare con precisione gli interventi di potatura degli alberi monumentali e secolari è solo il primo step per un lavoro accurato e preciso. Per questo motivo e per la delicatezza dell’intervento è necessario effettuare un soprallugo gratuito con il quale stimare le tempistiche di realizzazione dell’intervento e stilare un preventivo gratuito.

Per ricevere maggiori informazioni sul servizio di potatura degli alberi monumentali e secolari a Ferrara chiama il numero
327-7845125