Invia un'email

Chiama subito il 327-7845125 per un preventivo gratuito!

Invia un'email

Potatura alberi Ferrara: manutenzione della chioma

Gli alberi esistono da milioni di anni, da molto prima dell’uomo, sono gli organismi viventi piu grandi e longevi al mondo. La loro lunghissima evoluzione gli ha portati ad essere creature quasi perfetti, capaci di sfruttare al meglio le risorse del luogo in cui radicano e soprattutto di adattarsi all’ambiente che li circonda e di modificarsi in base alle variazioni ambientali, come il cambio della disponibilità di luce, o il cambiamento delle sollecitazioni provocate dal vento, o dal peso stesso dei rami che aumenta durante la crescita.

Potatura albero a Ferrara con tecniche Tree Climbing

In ogni caso, dobbiamo sempre tenere in considerazione che la potatura degli alberi è qualcosa che serve a noi, per poter convivere con queste meravigliose creature e poter godere dei loro benefici.

Il giusto metodo è quindi, quello di valutare preventivamente le condizioni di ogni singolo esemplare, tenendo conto di molti fattori quali la specie, la biologia, la morfologia, l’età, il portamento caratteristico della specie, i periodi di intervento e l’ambiente in cui è radicato l’esemplare, cercando di assecondarne la vita, attraverso lavori mirati alla sua salvaguardia.

In caso l’albero sia sano e denoti una buona vitalità, le operazioni più comuni, sono la rimozione del secco che si crea naturalmente all’interno della chioma, l’eliminazione dei rami che sfregano o di quelli malformati o male inseriti, che daranno origine a problemi strutturali, il diradamento della chioma per ridurre l’affetto vela da parte del vento e l’alleggerimento delle branche più pesanti, che sotto la spinta delle correnti d’aria o il carico della neve, potrebbero rompersi.

Tutti gli interventi su parti vegetanti, seguiranno il taglio di ritorno, che consiste nell’eliminazione dell’apice principale, deviandolo su un ramo che abbia il rapporto di almeno un terzo rispetto a quello che è stato reciso, sostituendolo quindi e non lasciando un moncone.

I vantaggi della potatura in Tree Climbing

LAVORO ACCURATO E PRECISO

Dà la possibilità di lavorare all’interno della chioma, entrando nel “sistema albero” , rendendo possibile effettuare interventi mirati ed operare dove necessario e come è necessario, non avendo i limiti di ingombro e di penetrare nella chioma del cesto.

PRATICABILE IN LUOGHI INACCESSIBILI

Dà la possibilità di eseguire interventi anche molto complessi, come gli abbattimenti controllati, in luoghi altrimenti inaccessibili, perchè situati in cortili e chiostri interni, per la presenza di vie di accesso ridotte, per l’impossibilità di piazzare una piattaforma elevatrice, perchè situati in scarpate o in prossimità di esse.

EVITA IL COMPATTAMENTO DEL TERRENO

I mezzi meccanici, muovendosi alla base dell’albero con il loro peso, creano il compattamento del terreno, dannoso per le radici, in quanto limita gli scambi gassosi con l’esterno e quindi l’apporto di ossigeno, fondamentale per qualsiasi forma di vita

ECOSOSTENIBILE & ECOCOMPATIBILE
Le potature vengono eseguite principalmente con segacci a mano e telescopici, limitando l’uso della motosega. Questo lo rende totalmente ecosostenibile, a differenza delle autogrù che por operare devono tenere il motore acceso, il che si traduce in inquinamento, oltre che dell’aria, anche acustico

ABBATTIMENTO COSTI DI MANUTENZIONE

Dà la possibilità di contenere i costi, in quanto non utilizzando mezzi meccanici, non ne prevede i costi di utilizzo.

IDEALE IN CONTESTI DI PREGIO STORICO

E’ sicuramente la tecnica da preferire in contesti di pregio dove tutto ciò che circonda l’esemplare deve essere conservato o in caso o di esemplari molto vecchi o tutelati come gli alberi monumentali dove l’interferenza con l’albero e il luogo in cui è radicato, deve essere minima.

Per ricevere maggiori informazioni sul servizio di potatura alberi a Ferrara chiama il numero
327-7845125

Esempi di potatura corretta

Albero di Olmo potato a Ferrara

Albero di Olmo prima della potatura

Corretta potatura di un albero di Olmo a Ferrara

Albero di Olmo dopo una potatura corretta

Albero prima della potatura a Ferrara

Abete prima della potatura

Abete a Ferrara correttamente potato

Abete dopo una corretta potatura

Esempio di potatura errata: la capitozzatura di un albero

Potatura scorretta

Albero prima della capitozzatura

Potatura scorretta di un albero

Albero dopo la capitozzatura

Effetti della capitozzatura

Gli effetti della capitozzatura

Nella foto si possono vedere due tigli della stessa età, ma mentre quello di sinistra non è mai stato potato, quello di destra è stato capitozzato (potato drasticamente) molti anni fa ed ha ricostruito una chioma semi-naturale.

In questa foto è molto evidente il fatto che l’esemplare di sinistra è una soluzione di continuità dalla cima alle radici, ha un’architettura della chioma solida, lineare, che rispecchia l’aspetto tipico della specie, con andamento tendenzialmente piramidale.

L’esemplare di destra invece, essendo stato tagliato poco sopra la biforcazione principale, ha fatto da qui ripartire i nuovi ricacci, tantissimi ed in rapida crescita verticale. Negli anni l’albero ha selezionato questi ricacci mantenendo quelli più stabili ed inseriti più stabilmente, che sono cresciuti fino a diventare vere e proprie branche che hanno ricostituito la chioma.

Tutto questo richiede un enorme sforzo all’albero e la ricostruzione è disordinata con molti rami verticali che rendono la chioma molto più espansa e più fitta, aumentando l’effetto vela e diminuendo la capacità dell’esemplare di dissipare i movimenti ondulatori e le sollecitazioni meccaniche provocati dal vento.

Inoltre è ben visibile “l’interruzione” tra la parte più vecchia e le nuove branche, che è il punto debole e di potenziale rottura, in quanto in corrispondenza dei grossi tagli eseguiti, il legno viene colonizzato da funghi che creano carie del legno.

Le 6 tecniche per la corretta potatura della chioma dell’albero

E’ la potatura che forma la pianta appunto. E’ praticata su giovani esemplari, per eliminare quei difetti che se trascurati, daranno origine a futuri problemi di stabilità.

E’ la rimozione di tutti i rami secchi e serve principalmente a garantire che nessuno di questi, cadendo, diventi un potenziale pericolo per persone o cose.Si può praticare su qualsiasi esemplare e di tutte le età;

Si pratica in genere su esemplari in buona salute e senza problemi strutturali o di stabilità.Consiste nel diradare la chioma agendo principalmente sulla parte più esterna, praticando il taglio di ritorno ed eliminando quei rami che nel giro di pochi anni sarebbero lasciati seccare dalla pianta stessa, favorendo quelli che per natura prendono vigore.Si interviene anche nella parte interna della chioma, per eliminare i rami con scarsa vitalità, quelli che sfregano o quelli male inseriti.

Consiste nel ridurre tutta la chioma o parte di essa, quando non ci sono più le condizioni di sicurezza o di stabilità per mantenere la pianta delle dimensioni che ha raggiunto.

Consiste nel ricreare una chioma semi naturale, dopo che un albero è stato capitozzato.I numerosi ricacci scaturiti dai grossi tagli, saranno selezionati e accorciati, in modo da creare una condizione nel la quale l’albero possa ricostuire una chioma il più stabile possibile.

Albero di once prima della ricostruzione della chioma

Prima

Albero di noce con chioma ricostruita

Dopo

Questo tipo di intervento è detto anche a testa di salice e permette di mantenere un’esemplare delle dimensioni volute.Consiste nell’eliminare ad intervalli regolari di 2-3 anni, tutti i ricacci scaturiti dalla potatura precedente.E’ un tipo di potatura che da buoni risultati se attuata su soggetti relativamente giovani e mantenuta costante nel tempo.